Sperlonga e Cori

Sperlonga e Cori

Ultimo giorno nel sud del Lazio, anche oggi 300km mi aspettano. Si parte presto alle 8 meno 20 e si comincia dopo 1ora e 20 di macchina a Roccagorga, che fino ad oggi non sapevo dove fosse.

PEccola qui la giornata che sai che incontrerai ma non sai quando. E’ questa qui, dove parti col sole e torni per miracolo aprendo le acque come Mosè. Ma andiamo con ordine. Si comincia da Roccagorga, dove avevo un solo intervento. Poi proseguo giù ed arrivo finalmente a Sperlonga. Bella! Bellissima! Anche in inverno. E’ arroccata su questa sporgenza che da sul mare, con un’acqua celeste di una gradazione particolare, la spiaggia bianca e il golfo naturale a fare da cornice. Dannatamente bella. Ma anche dannatamente costosa ed esclusiva. In inverno è deserta, tanto è che per aggiornare i POS ho dovuto avvisare giorni prima perchè gli esercenti dovevano venire appositamente ad aprire i negozi che altrimenti riaprirebbero ad inizio Aprile. 

Terminate le 3 richieste di Sperlonga, via di corsa a Fondi dove mi ero prefissato di terminare le rimanenti richieste prima della pausa dei negozi per pranzo. 8 interventi in 90 minuti. Non impossibile, ma molto difficile. Per fortuna, 2 degli 8 avevano un orario che mi ha permesso di eseguirli prima di fermarmi per pranzo. Stavolta ho mangiato in una tavola calda davvero ben fornita, vicino all’ospedale di Fondi, si chiama Bistrot Gran Caffè ed ha veramente una scelta enorme di cibo per pranzo. C’è la pizza, ci sono i fritti, i panini, i tramezzini, le patatine fritte ed i piatti caldi cucinati espressi. Impossibile scontentare qualcuno.

Riparto subito sfruttando il fatto che fino alle 15.30 avevo i negozi chiusi ed uso il tempo per il viaggio. Arrivo alle 15.20 a Borgo Hermada dove ho un solo esercente. Alle 16 arrivo a Pontinia per altri 3 interventi ed inizia a piovere. Mi sposto per un ulteriore intervento a Borgo Vodice ormai sotto il diluvio. Mi rimane l’ultimo della giornata… a Cori! 21 km da dove ero… 40 minuti!! Tornanti, strada in condizioni pietose, ma soprattutto un monsone minuti che ha allagato tutto, si viaggiava a 30km orari perchè non si vedeva nulla! 

Arrivo su a Cori, non sono riuscito neanche a vedere la città perchè oltre al diluvio universale, le nuvole hanno deciso di scendere e di avvolgerla. Dal negozio (un’erboristeria fornitissima, i Giardini di Marzo) non riuscivo a vedere l’auto, che era parcheggiata esattamente davanti. Alle 18.30 circa mi rimetto in macchina per arrivare quindi a Roma dopo un’ora e 10 minuti e solo 48km… fatti sotto il diluvio torrenziale ed una nebbia fittissima per metà del percorso. E con oggi la mia giornata del “tutto storto” per questo mese l’ho avuta.

 

Km. percorsi: 302
Data: 27 Novembre 2019
Tempo: Nuvoloso con monsone e nebbia finale
Temperatura: 18° – 10°

Dove ho mangiato

Bistrot Gran Caffè, Via San Magno II Trav. Sx 4.

Sperlonga e Cori
Torna su